Varie ossa di dinosauri megaraptoridi ritrovate nell’Australia sud-orientale

L'artiglio fossilizzato di teropode ritrovato dai ricercatori (credito: Stephen Poropat, Museums Victoria)

Diverse ossa di dinosauri teropodi sono state ritrovate nella Formazione Eumeralla, una formazione geologica nei pressi di Victoria, Australia, i cui strati risalgono al primo cretaceo.
Secondo il comunicato diffuso dalla Swinburne University of Technology e da Museums Victoria, tra i resti c’è anche un artiglio di una zampa superiore lungo circa 20 cm.

I teropodi sono un gruppo di dinosauri che includono i famosi predatori tirannosauro e Velociraptor sono considerati parenti diretti dei moderni uccelli.
I resti, risalenti a circa 107 milioni di anni fa, sono stati scoperti tra il 2011 e il 2017 da un team di volontari che ha lavorato in un sito conosciuto come “Eric the Red West” e che si trova sulla costa di Otway. Grazie ai resti ritrovati in questo sito già in passato era stato classificato il Diluvicursor pickeringi, un dinosauro ornitopode classificato nel 2018.

I nuovi resti sono stati trovati in zone relativamente isolate e non dovrebbero appartenere ad un unico scheletro. Gli stessi resti sono stati nel corso del tempo trasportati a distanze diverse da antichi fiumi una volta profondi e a flusso rapido, che si trovavano nella spaccatura della valle, ora denominata Stretto di Bass, che si formò quando Tasmania e Australia si separarono 110 milioni di anni fa.

I paleontologi credono che le ossa ritrovate in questo sito appartengono ad un un gruppo di teropodi denominati megaraptoridi che sembrano molto somiglianti al teropode Australovenator wintonensis, una specie che è vissuta diversi milioni di anni dopo, durante il tardo cretaceo (circa 95 milioni di anni fa), i cui resti furono invece trovati migliaia di chilometri più a nord.
Ciò suggerisce che i teropodi megaraptorici fossero presenti in ampie zone dell’Australia e che erano soliti pagare o migrare su questo continente.

Secondo Stephen Poropat, ricercatore della Swinburne che ha condotto la ricerca che ha portato alla scoperta di questi resti, le somiglianze tra questi stessi resti e l’Australovenator “sono sorprendenti”: “Se avessimo trovato queste ossa teropode nel Queensland, probabilmente le avremmo chiamate Australovenator wintonensis. Ma sono di Victoria, il che pone la domanda: potrebbe una specie di dinosauro esistere per più di dieci milioni di anni, attraverso l’Australia orientale? Può essere”.
Uno studio è stato pubblicato sul Journal of Vertebrate Paleontology.

Approfondimenti

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo