Vasi sanguigni del midollo osseo possono convertirsi in ossa con l’avanzare dell’età

Con l’avanzare dell’età i vasi sanguigni che si trovano nel midollo osseo possono cambiare e diventare ossa: è quanto ha scoperto Rhonda Prisby, ricercatrice dell’Università del Texas ad Arlington che ha pubblicato il proprio studio su Microcirculation.

È la stessa ricercatrice a spiegare il comportamento dei vasi sanguigni che si trovano nel midollo osseo: “Esaminando immagini apparentemente non correlate e collegando i dettagli, sono stata in grado di stabilire la presenza di particelle simili a ossa nel sangue. In effetti, alcune delle particelle ossificate sono abbastanza grandi da ostruire il sangue più piccolo vaso sanguigno nell’albero vascolare”.

Si tratta del processo denominato calcificazione vascolare che può essere considerato un fattore di mortalità, come riferisce la stessa Prisby.
Il motivo particolare sta nella struttura di queste particelle simili a quelle delle ossa ma più pericolose perché hanno bordi taglienti, punte e spigoli vivi che possono andare a danneggiare il rivestimento degli stessi vasi sanguigni: “Questo danno potrebbe innescare eventi che portano all’aterosclerosi (accumulo di placca), che può limitare il flusso sanguigno nel tempo”, spiega la ricercatrice.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Disclaimer medico

Notizie scientifiche.it è un sito di notizie, non di consigli medici. Leggi anche il nostro disclaimer medico.

Resta aggiornato su Facebook