Venti oceanici sempre più forti e onde sempre più alte secondo studio

Uno studio condotto dall’Università di Melbourne conferma quanto gli attuali cambiamenti climatici stiano influenzando profondamente anche il mare. Nello specifico i ricercatori hanno analizzato stavolta i venti oceanici e le altezze delle onde e si sono accorti che entrambi i fattori stanno aumentando in tutto il globo.

I ricercatori hanno utilizzato i dati di 31 diversi satelliti reperiti tra il 1985 e il 2018 riguardanti le misurazioni della velocità del vento e dell’altezza delle onde. Parliamo di un set abbastanza consistente, costituito da circa 4 miliardi di osservazioni.

A questi dati hanno poi aggiunto quelli reperiti da oltre 80 boe oceaniche dispiegate nei mari di tutto il mondo, qualcosa che ha reso questo studio probabilmente il più ampio e il più dettagliato mai realizzato tra quelli riguardanti venti e onde oceaniche.
Hanno scoperto, per esempio, che la velocità dei venti dell’Oceano Antartico è aumentata di 1,5 metri al secondo (8%) negli ultimi trent’anni. Le onde, invece, sono aumentate in altezza di 30 cm (5%) nello stesso periodo.

Secondo Ian Young, uno degli autori dello studio insieme a Agustinus Ribal, questi aumenti potrebbero non sembrare a prima vista molto significativi ma procureranno invece notevoli cambiamenti sul nostro clima in futuro.
Secondo lo stesso ricercatore le cause sono da ricercare perlopiù nell’aumento del livello del mare, a sua volta fattore scatenato dal riscaldamento globale.

L’aumento dell’altezza delle onde nonché dei venti che le innescano scateneranno, tra i primi effetti, un aumento delle inondazioni costiere fino a portare ad un’erosione costiera consistente, cosa che a sua volta metterà a rischio tutti gli insediamenti sulle coste.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook