Vetro calcogenuro stampato in 3D per la prima volta

Esempi di campioni di vetro stampati in 3D (credito: Centre d'Optique, Photonique et Laser (COPL), Université Laval in Canada)

Il vetro calcogenuro è un particolare vetro che contiene un alto livello di calcogenuri utilizzato oggi in diversi componenti ottici che operano all’infrarosso.
In una ricerca apparsa su Optical Materials Express uno gruppo di ricercatori del Centre d’Optique, Photonique et Laser (COPL) dell’Université Laval in Canada annuncia di essere riuscito a costruire e modellare questo vetro tramite stampa 3D, un passo importante per la produzione di componenti in vetro complessi per l’elettronica e per l’ottica, in particolare per le fibre ottiche o per nuovi sensori a basso costo nel campo delle telecomunicazioni o nel campo biomedico.

I ricercatori hanno utilizzato un nuovo metodo basato su una tecnica denominata modellazione a deposizione fusa attraverso la quale un filamento di plastica viene fuso e poi estruso strato per strato. In questo modo si possono stampare oggetti 3D molto dettagliati.

Proprio questo nuovo metodo potrebbe portare ad una svolta nella produzione di componenti ottici a basso costo per l’utilizzo sulla banda dell’infrarosso, come specifica Patrick Larochelle che, insieme ai colleghi, ha modificato una stampante 3D per l’estrusione del vetro, una di quelle disponibili in commercio: “La stampa 3D di materiali ottici aprirà la strada a una nuova era di progettazione e combinazione dei materiali per produrre componenti e fibre fotoniche del futuro”.

Fonti e approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Rimani in contatto

Resta aggiornato su Facebook: clicca su “Mi piace questa pagina”

Commenta per primo

Rispondi