Vicesegretario alla Difesa USA: Cina domina investimenti in batterie agli ioni di litio

Credito: petrmalinak, Shutterstock, ID: 1056136577

La Cina ad oggi domina un mercato da 750 miliardi di dollari di investimenti, quello delle batterie agli ioni di litio, e il loro dominio nell’approvvigionamento rappresenta un pericolo per gli Stati Uniti. È questa la conclusione di Kathleen Hicks, vicesegretario alla difesa statunitense che rilascia alcune dichiarazioni alla CNN.
In generale le forze armate statunitensi, secondo la Hicks, non sono ancora pronte ad affrontare il cambiamento climatico in corso ed è quindi arrivato il momento di dare un’accelerata in quanto si tratta di una questione di sicurezza nazionale.

Non si tratta solo di innalzamento del livello del mare e di eventi meteorologici che saranno sempre più estremi. I cambiamenti climatici porranno nuove sfide in termini di competizione strategica mondiale, in particolare per risorse che risulteranno sempre più preziose e che potrebbero scarseggiare.
Si parla, soprattutto, delle materie prime che si usano per costruire le batterie agli ioni di litio, fondamentali perché in futuro praticamente tutti i veicoli saranno elettrici.

Le flotte dei veicoli delle forze armate non potranno fare altro che seguire l’industria automobilistica civile che sta virando verso i motori elettrici. Il pericolo nel fare altrimenti risiederebbe nel fatto che, col passare del tempo, le stesse flotte militari saranno sempre meno supportate. Inoltre un veicolo elettrico, rispetto ad uno con motore a scoppio, ha comunque dei vantaggi: è molto più silenzioso e tende ad emettere meno calore, caratteristiche fondamentali su un campo di battaglia.

In ogni caso anche i motori a scoppio hanno dei vantaggi, ad esempio il rifornimento di carburante che risulta molto più veloce. Almeno per il momento e per il futuro a breve termine perché si prevede che la ricarica dei veicoli elettrici diventerà sempre più veloce e l’autonomia sarà sempre più lunga. Secondo la Hicks la soluzione risiederà nei veicoli tattici ibridi ma questa sarà solo una soluzione temporanea in quanto la direzione è praticamente obbligata: di realizzare una futura flotta completamente elettrica: “Ci stiamo decisamente muovendo in quella direzione”, spiega la Hicks.

Articoli correlati


Tag

Condividi questo articolo


Dati articolo