Vita potrebbe essersi originata ancor prima della formazione della Terra secondo scienziata

Secondo una scienziata dell’Università Statale dell’Arizona, Lindy Elkins-Tanton, la vita che poi è esplosa sulla Terra potrebbe essersi originata ancor prima della formazione del nostro pianeta.
Questa inusuale teoria è dettata dal fatto che gli ingredienti che riteniamo necessari per la nascita della vita così come la conosciamo erano pressoché tutti presenti già nei cosiddetti planetesimi, ossia quei blocchi rocciosi di piccole dimensioni che per un certo periodo, durante la fase iniziale della formazione del sistema solare, ruotavano intorno al Sole.

A seguito della forza di gravità, questi pezzi di roccia si sono uniti insieme e sono andati a formare i tre pianeti rocciosi interni del nostro sistema solare, la Terra, Venere e Mercurio.
Secondo la Elkins-Tanton condizioni favorevoli per lo sviluppo della vita potrebbero essere persistite su questi pezzi di roccia vaganti per milioni di anni prima della formazione di un conglomerato abbastanza grande da poter essere considerato come un “proto pianeta”.

Ciò significa che l’innesco della vita potrebbe essere iniziato su uno di questi pezzi di roccia orbitanti intorno al Sole in un momento in cui la Terra non era nemmeno in programma.
Inoltre alcuni di questi planetesimi sono sopravvissuti anche dopo la formazione del nostro pianeta: ciò significa che uno di essi, attratto dalla Terra appena formatasi, potrebbe essersi schiantato sul nostro pianeta apportando la vita su di esso.

A supportare questa teoria sono le prove che recentemente alcuni scienziati hanno trovato riguardo alla prima presenza di vita sulla Terra: microrganismi unicellulari potrebbero essere esistiti sul nostro pianeta già 4,1 miliardi di anni fa a fronte di un’età stimata della Terra di 4,5 miliardi di anni.
Secondo alcuni scienziati, la vita sulla Terra, per quel che ne sappiamo, potrebbe essere emersa addirittura 4,3 o 4,4 miliardi di anni fa: siamo praticamente in concomitanza con la nascita della Terra stessa.

Prendere dunque in considerazione il fatto che l’innesco che ha portato alla vita possa essere accaduto sui planetesimi e non sulla Terra pienamente formatasi, a fronte di questi dati, comincia allora non essere più tanto inaudito.

Articoli correlati

Condividi questo articolo

Dati articolo


Resta aggiornato su Facebook