Walking football, il calcio per gli anziani in cui si cammina

Credito: DALL-E di OpenAI (immagine realizzata da intelligenza artificiale)

Il walking football, conosciuto anche come “walking soccer”, sta diventando uno sport per anziani sempre più popolare negli Stati Uniti. Questo particolare “sport” può rivelarsi molto utile non solo per invogliare i più anziani a fare un po’ di attività fisica ma anche per migliorare le loro interazioni sociali e in generale godere di un senso di comunità.

Che cos’è il walking football?

Il walking football è una variante del calcio tradizionale. Viene giocato da due squadre che si sfidano su un campo più piccolo di quello normale. Le squadre hanno meno giocatori e la regola principale è che gli stessi giocatori devono avere sempre un piede che tocca terra. Sostanzialmente non si corre per giocare ma si cammina o comunque si eseguono scatti molto limitati. Quando un giocatore inizia a correre, viene concesso un calcio di punizione alla squadra avversaria.

Walking football può rivelarsi coinvolgente

Alcuni studi hanno mostrato che il walking football può rivelarsi coinvolgente, moderatamente intenso per quanto riguarda lo sforzo fisico profuso e soprattutto sostenibile per gli anziani. Anche nel Regno Unito è particolarmente diffuso tanto che sono già migliaia le squadre con giocatori di età superiori ai 50, ai 60 e finanche ai 70 anni. Inoltre lo stesso walking football risulta partitamente apprezzato anche dalle donne.

Organo internazionale

Un’altra regola interessante risiede nel fatto che la palla non deve mai essere calciata ad un’altezza che superi quella della testa. Nel 2018 è stato formato un organo internazionale (FIWFA, con sede proprio nel Regno Unito) affinché questo tipo di sport possa essere promosso e coordinato anche tra le varie nazioni.

Video

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo