Zealandia, il continente sommerso: si studiano i fondali

Zealandia è il nome di un continente sommerso staccatosi diverse decine di milioni di anni fa dall’Antartico e dall’Australia. Di questo continente fanno tra l’altro parte anche diverse regioni che possono vantare comunque terre emerse tra cui la Nuova Zelanda e la nuova Caledonia, più altre isole più piccole.
Un gruppo di 32 scienziati della Texas A & M University, nel contesto dell’International Ocean Discovery Program (IODP), è tornato da una spedizione, effettuata la settimana scorsa, nel Pacifico del sud onde studiare più approfonditamente questo continente sommerso.

I ricercatori hanno analizzato le profondità del mare raccogliendo detriti dei fondali fino a 2500 metri di profondità.
Secondo gli scienziati, tra le scoperte principali di questa spedizione vi è il fatto che Zealandia potrebbe essere molto più vicina al livello della terra di quanto precedentemente pensato. In ogni caso Zealandia resta ancora una regione poco studiata e analizzata.

Secondo Gerald Dickens, ricercatore dell’Università Rice di Houston, Texas, “Sono stati studiati oltre 8.000 esemplari e sono state identificate diverse centinaia di specie fossili. La scoperta di gusci microscopici di organismi che vivevano in caldi mari superficiali e di spore e polline di piante terrestri, rivelano che la geografia e il clima della Zelanda erano drammaticamente diversi nel passato”.

Fonti e approfondimenti

Condividi questo articolo

Disclaimer notizie

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L’autore non è responsabile di altri siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.

Notizie scientifiche.it usa i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione (Leggi di più)

notiziescientifiche.it partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it

Dati articolo