Zone aride si espandono sempre più in Cina secondo nuovo studio

Osservatorio per il Clima Semiarido e l'Ambiente dell'Università di Lanzhou (credito: Jianrong Bi)

Le zone aride si stanno espandendo sempre di più in Cina e i geologi calcolano che ad oggi più della metà della superficie del paese sia rappresentata da zone aride o semi aride.
Proprio le zone semi aride sembrano essersi espanse maggiormente negli ultimi anni, un’espansione continua che sta aumentando il rischio di degrado del suolo e in generale un deterioramento ambientale non indifferente.

Un nuovo studio, condotto da Jianping Huang, ricercatore dell’Università di Lanzhou, pubblicato su Advances in Atmospheric Sciences, e da altri colleghi, sottolinea proprio i meccanismi e il processo dietro a questa diffusione.
Secondo gli autori dello studio, le zone che hanno sperimentato il riscaldamento più grande sono quelle settentrionali, cosa che ha fatto espandere le terre semi-aride nel Nord della Cina negli ultimi sessant’anni.

Il clima è diventato più secco e più caldo anche a causa del monsone estivo dell’Asia orientale. Tuttavia altre cause, secondo i ricercatori, sono da ricercare nelle interazioni terra-atmosfera e nelle attività umane.
In particolare le interazioni tra la polvere e le nuvole avrebbero alterato il livello di precipitazioni nelle zone semi aride influenzando i cicli idrologici.

Secondo Huang, nel XXI secolo le zone semiaride in Cina si espanderanno sempre più, una cosa che aumenterà il livello di sfida che comporta il contrasto alla desertificazione e a tutto ciò che fenomeni del genere possono provocare, in particolare per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico.

Approfondimenti

Articoli correlati

Condividi questo articolo


Resta aggiornato su Facebook